BONUS FACCIATE

Detrazione fiscale del 90% per la facciata comprensiva della tinteggiatura

COSA COMPRENDE

 

Il Bonus Facciate è fruibile per tutte le spese documentate relative agli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, di qualisiasi categoria catastale.

SCEGLI IL NOSTRO SERVIZIO

CHIAVI IN MANO

MATERIALI COMPRESA COIBENTAZIONE

Fornitura e Posa in Opera 

PONTEGGI, IMPALCATURE E RETI

Oltre a tutte le strutture e opere provvisorie

OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO

Per tutto il tempo necessario alla realizzazione

PRESTAZIONI PROFESSIONALI

Necessarie all’esecuzione dell’opera

TUTTO REALIZZATO CON UNO SCONTO IN FATTURA DEL

90%

Richiedi un preventivo gratuito!

Trattamento dei dati

1 + 8 =

NORMATIVA

 

Con il comma 219 della Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019) è stato introdotto il Bonus Facciate per tutte le spese sostenute durante il 2020 e successivamente è stata estesa anche alle spese sostenute nel 2021 con la Legge di Bilancio.

Interpellata, l’Agenzie delle Entrate ha specificato che per effetto del Decreto Rilancio (DL 34/2020) è possibile scegliere come utilizzare il Bonus Facciate come segue:

– detrazione 90% Irpef o Ires in 10 anni;
– cedere il credito d’imposta a fornitori, altri soggetti, banche o istituti di credito;
– sconto in fattura

La detrazione fiscale del 90% si applica alle spese per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, o parti di essi, di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali.

La detrazione spetta per:
– gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata, compresi balconi, ornamenti o fregi;
– gli interventi di recupero, restauro, rinnovamento e consolidamento della facciata, compresi balconi, ornamenti o fregi;
– gli interventi su grondaie, pluviali, parapetti e cornici;
– la sistemazione di tutte le parti impiantistiche che insistono sulla parte opaca della facciata;
– gli interventi sulle strutture opache della facciata influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, anche in assenza dell’impianto di riscaldamento;
– gli interventi di rifacimento dell’intonaco dell’intera superficie della facciata del fabbricato;
– il trattamento dei ferri dell’armatura.

Nell’ambito degli interventi sui balconi, la detrazione spetta per il rifacimento del parapetto in muratura, della pavimentazione e per la verniciatura della ringhiera in metallo e il rifacimento del sotto-balcone e del frontalino.

La detrazione non spetta per il rifacimento di terrazzi e lastrici solari, che sono invece pareti orizzontali.